VIAGGIADORI
LA RAGIONE PER CUI TI ALZI OGNI MATTINA

La percezione della perfetta sovrapposizione delle nostre anime è stata immediata, spontanea ed irrazionale. è il blog dove Filippo e Ornella ci spiegano la ragione per cui si alzano ogni mattina.

UNISCITI ALLA COMUNITA'
DI VIAGGIATORI ECOLOGICI

NEL VOSTRO BLOG PARLATE DI "IKIGAI". POTETE SPIEGARCI QUESTO CONCETTO?

“Ikigai” è un termine giapponese che tradotto letteralmente significa “la ragione per cui ti alzi ogni mattina”.

Questa parola esprime un approccio alla vita, una filosofia caratterizzata dalla volontà di vivere un’esistenza completa, equilibrata, serena ed appagante.

Come? Raggiungendo l’equilibrio e l’armonia nelle quattro aree vitali di ognuno: missione, vocazione, passioni e professione.

Ecco, raggiungere l’Ikigai vuol dire proprio trovarsi nell’area di intersezione di questi quattro aspetti.

Facile? Assolutamente no!

A nostro avviso, la cosa più difficile è comprendere quale sia il nostro Ikigai: la maggior parte delle volte, nella vita, si diventa e si fa ciò che il mondo esterno si aspetta da noi (i genitori, la società, gli amici), senza dare ascolto al proprio essere. Questo può generare insoddisfazione, rabbia e frustrazione.

Per quanto ci riguarda, possiamo dire che Viaggiadori è stato un fantastico trampolino di lancio verso il nostro Ikigai: dando forma al progetto, infatti, ci siamo trovati a (ri)scoprire quello che siamo, che amiamo e che desideriamo per le nostre vite.

Golfo di Napoli

QUALE CITTÀ VI HA RAPITO IL CUORE?

Premettiamo che, in generale, siamo due persone curiose ed entusiaste: amiamo letteralmente visitare luoghi nuovi, camminare per strade sconosciute senza cartina, scoprire storie e leggende locali.

Abbiamo visitato diverse città – principalmente in Italia ed Europa – belle, affascinanti, interessanti, ricche di storia oppure moderne; tuttavia non è la città a farci battere forte il cuore e prediligiamo ambienti e paesaggi più bucolici e rurali!

Comunque, uno dei luoghi che ci ha letteralmente rapito il cuore è Santorini, con gli edifici bianchi, le cupole blu ed i fiori fucsia che caratterizzano i suoi piccoli centri abitati, ad esempio Phira che è la capitale e Oia. Poi c’è lo sfarzo delle vasche private a strapiombo sulla caldera di Imerovigli. Noi però abbiamo preferito la parte più selvaggia dell’isola: l’arido entroterra, le calette isolate, gli scavi archeologici panoramici.

Con il nostro cinquantino abbiamo “sfrecciato” per chilometri di stradine sterrate nel mezzo del nulla (asini a parte). Ancora ci meravigliamo per averlo riportato al proprietario intatto dopo sette giorni di duro lavoro!

A parte l’aspetto brullo che non ci aspettavamo e che abbiamo amato follemente, i tramonti! Tutti sanno che Santorini è famosa per i suoi meravigliosi tramonti, ed è proprio così.

Noi abbiamo scelto di vederli tutti da punti diversi del versante occidentale: da Skaros Rock – una grande roccia in mezzo al mare, con un discreto livello di rischio caduta – al faro di Akrotiri. La costante è stata la birra greca ghiacciata!

Imerovigli

SI PARLA SPESSO DI DIFFERENZA TRA L'ESSERE UN TURISTA ED ESSERE UN VIAGGIATORE. VOI COSA VI CONSIDERATE?

Pensiamo si tratti di concetti molto differenti. Obiettivamente non ci siamo mai chiesti se fossimo l’uno o l’altro, ma abbiamo sempre naturalmente parlato di viaggi, e non di vacanze.

Anche perché, i nostri sono veri e propri tour de force, altroché!

Comunque, la nostra idea di viaggio è semplice: qualunque luogo visitiamo, siamo lì, in quel momento, forse non ci torneremo una seconda volta (perché il mondo è grande) e quindi vogliamo sfruttare il tempo a nostra disposizione per scoprire davvero quel luogo.

Ovviamente quando parliamo di luogo comprendiamo le persone che ci vivono, le attività che svolgono, il cibo che mangiano, ecc.

Ci sono persone che pur andando dall’altra parte del mondo, cercano il ristorante italiano oppure il fastfood americano dove cenare; ecco, per noi sarebbe assurdo!

Santorini

COSA FATE PER RENDERE LA TUA VOSTRA PIU' ECOLOGICA?

Innanzitutto, cerchiamo di limitare il nostro impatto ambientale nella vita di tutti i giorni, con alcune piccole azioni che riguardano ad esempio la nostre scelte alimentari.

Naturalmente la nostra attenzione riguarda anche i viaggi: ad esempio, non stampiamo mai nulla in formato cartaceo – come prenotazioni e biglietti aerei– a meno che non sia indispensabile.

Tipicamente, quando siamo in viaggio, optiamo per il pranzo al sacco, che è economico, veloce e comodo, soprattutto quando ci si trova in mezzo alla natura, come quando abbiamo mangiato un bel panino con lo speck sul lago di Braies ghiacciato (tempo a disposizione per il pasto: 3 minuti, dopodiché le mani si sarebbero congelate): in questi casi stiamo bene attenti a non abbandonare i nostri rifiuti in giro! Sembra banale, ma ancora troppo spesso si trovano cartacce ed altro per terra, dappertutto.

Cerchiamo di utilizzare i nostri piedi come mezzo di trasporto, per quanto possibile, evitando di utilizzare i mezzi pubblici oppure l’auto.

Infine, siamo abbastanza severi nella scelta delle strutture: per riagganciarci all’aneddoto del lago di Braies, durante quel soggiorno in Trentino abbiamo scelto un albergo alpino che ci deliziava ogni sera con prodotti a km 0, autoprodotti dai proprietari della struttura.

Oppure, durante  il nostro ultimo viaggio in Slovenia abbiamo scelto un delizioso glamping zero waste, per esempio.

Insomma, non siamo perfetti ed i nostri viaggi non sono completamente green, tuttavia cerchiamo sempre di inserire qualche scelta meritevole che ci renda un po’ orgogliosi di noi!

Easy Travel Hosting ringrazia tantissimo Filippo e Ornella per aver condiviso il loro concetto di Ikigai con noi

Se volete informarvi maggiormente sul loro progetto, potete seguirli sul loro sito cliccando qui.

Ed anche sui social media!

Easy Travel Hosting è l’Hosting 100% ecologico creato su misura per viaggiatori da viaggiatori. Vuoi raccontarci la tua storia? Contattaci QUI.