DreamerWild
La rivoluzione di Valerio

Talvolta il viaggio è il risultato della necessità di uscire dalla gabbia della routine, dagli schemi pre ordinati della società. Dal bisogno di individualità. racconta la rivoluzione di Valerio, contro un mondo che ci vuole tutti uguali.

UNISCITI ALLA COMUNITA'
DI VIAGGIATORI ECOLOGICI

I TUOI VIAGGI SONO STATI LA LUCE ALLA FINE DI UN PERIODO BUIO E PROBLEMATICO. CE NE VUOI PARLARE?

Si certamente… Nel marzo 2016 venivo da anni 6 passati tra odio e rabbia verso una società consumistica, inchiodata dentro lavori che non amavano fare, una società lobotomizzata davanti alla televisione a guardare programmi televisivi di bassa cultura, vedevo tanta violenza in tv nei telegiornali e mi chiedevo come era possibile che l’umanità fosse impazzita da un momento all’altro. 

Leggevo sui social milioni di Italiani lamentarsi dei politici, di come gli andava la loro vita, senza dover poi muovere un dito per cambiare le cose. In quegli anni sono stato in contrasto con i miei genitori, perché per loro lavorare è sacro, quando per me è sacro fare ciò che amiamo. Non cercavo lavoro e non mi andava di buttare del tempo dietro a lavori per inutili, che si forse mi consentivano di avere il portafoglio pieno, ma che non mi avrebbero reso felice, perché era importante per me questo essere felice e scoprire la strada alla ricerca di me stesso. 

Mi sono reso conto che nel 23 marzo 2016, tutto quel malessere interiore che sfogavo verso la società, era rivolto soprattutto a me stesso. Proprio in quel giorno, in una sera qualunque ho avuto un attacco di panico, che mi ha terrorizzato così tanto, da permettermi di vedere la luce fuori dal tunnel e da quel giorno mi sono promesso davanti ad uno specchio, che non mi sarei più permesso di farmi del male. 

E proprio in quegli attimi con il cellulare in mano prenotai il mio primo viaggio in California con dei soldi che avevo messo da parte e da li il viaggio è diventata la mia terapia.

NEL TUO BLOG PARLI DI VIAGGI COME DI UNA RIVOLUZIONE. CHE TIPO DI RIVOLUZIONE E' LA TUA?

In inglese rivoluzione si scrive “Revolution” e leggendo la parola al contrario c’è “Love” cioè amore. Per me viaggiare è la mia rivoluzione perché mi ha consentito di conoscere me stesso, di scoprire chi sono veramente e di amare di più il mio corpo e ascoltare di più il cuore, cosa che non è semplice fare quando la mente inizia a chiacchierare e sparare stupidaggini. 

Viaggiare è la mia rivoluzione perché mi consente di esplorare il mondo da tante prospettive, vedere nuove realtà e conoscendo nuove culture. Rivoluzione per me è fare ciò che amo e non ciò che si aspettano gli altri.

Fare ciò che amo al di là del giudizio, al di là delle paure. Il mio obiettivo è quello di rivoluzionare del tutto la mia vita, uscire del tutto dall’illusione che ci offre il sistema. Perché trovo veramente contro natura sprecare la propria vita soltanto a lavorare quando abbiamo un mondo e una vita da vivere.

L'USCITA DEL TUO LIBRO TI HA APERTO DIVERSE PORTE. CI PARLERESTI IN BREVE DEL CONTENUTO DEL TUO LIBRO?

E’ un libro nato grazie anche alla collaborazione della mia attuale compagna Tania Petroni autrice del libro “L’Amore Che Sei” che mi ha dato una grande mano ha dare luce questo libro.

Il mio racconta molto semplicemente, il mio stato d’animo iniziale e l’evoluzione che ho avuto grazie ai miei viaggi zaino in spalla. Dove ho macinato 25.000 km via terra, spostandomi soltanto in bus e autostop. 25.000 km via terra vissuti nel sud Italia, nel nord e centro America e nel sud dell’Africa.

In questo viaggio ho vissuto stati, città e luoghi meravigliosi dove ho dormito anche per strada e nelle stazioni specialmente nel nord America. Un viaggio dove sono partito da solo, che però mi ha consentito di conoscere tante bellissime anime viaggiatrici con cui ho condiviso attimi della mia vita, uno su tutto l’incontro con Carlo Taglia uno dei viaggiatori più conosciuti e una delle anime più belle conosciute in viaggio.

COSA FAI PER RENDERE I TUOI VIAGGI PIU' ECOLOGICI?

Principalmente cerco di evitare la plastica, mi porto con me due borracce termiche da un litro, anche se alle volte non è stato semplice trovare acqua potabile in giro soprattutto in Africa. Per caricare il materiale elettronico mi porto dietro nel mio zaino una batteria solare. Cerco di raccogliere i rifiuti in spiaggia cosa che ho fatto in Belize, che purtroppo ho avuto a che fare con dei pescatori che buttavano plastica, carta e altri oggetti in mare senza un logico motivo dalla barca. 

E poi da più di un 1 anno che non mangio carne e mi nutro molto di più di legumi, verdura e di quello che la nostra amata Madre Terra ci offre. Con il tempo anche io ho deciso di percorrere questo cambiamento alimentale e devo dire mi sento davvero molto bene con il mio corpo e soprattutto mi ha consentito di migliorare notevolmente la glicemia del mio diabete.

Easy Travel Hosting ringrazia tantissimo Valerio. Condividiamo con lui questa visione della vita. Penso che ci abbia dato ottimi spunti su cui riflettere. Abbiamo una sola vita, cosa è davvero importante?

Se volete informarvi maggiormente sul progetto di Valerio, potete seguirlo sul suo sito cliccando QUI

Ed anche sui social media!

Easy Travel Hosting è l’Hosting 100% ecologico creato su misura per viaggiatori da viaggiatori. Vuoi raccontarci la tua storia? Contattaci QUI.

Apri la chat
1
Hai bisogno di aiuto?
Ciao. Se hai bisogno di aiuto, ci sono!