DOLOMITI DA SOGNO
LA TUA GUIDA SULLE DOLOMITI

Un progetto nato sui social grazie a Nicola e Umberto, ai quali man mano si sono aggiunte tre ragazze, per raccontare le nostre bellissime Dolomiti.
Dolomiti da sogno è un portale che nasce dall'amore e dalla passione per questi luoghi, e presto sarà disponibile anche il loro primo libro sulle Dolomiti!

Ciao a tutto il team di Dolomiti Da Sogno, benvenuti ad Easy Travel Hosting! Complimenti per il vostro progetto, che nasce veramente dalla passione che avete in comune: le Dolomiti. Ci potreste parlare di voi, di come è nato il progetto e come si sta sviluppando?

Il progetto è nato nell’inverno del 2018/2019, poco dopo Vaia, con l’intento di poter ridare un sogno alle nostre Dolomiti, colpite dal maltempo. Il progetto è iniziato con Nicola e Umberto, che in modo giovane, utilizzando i canali social e il sito web, hanno iniziato a raccontare storie, escursioni, e a pubblicare le foto migliori di un territorio unico in tutto il mondo. 

Nel corso del tempo si è evoluto inserendo all’interno del team due ragazze dalla Val di Fassa (Camilla e Nicole), e una ragazza dall’Alta Val di Non, che si sono integrate alla perfezione nel team e hanno iniziato a portare tutti i loro contributi raccontando le loro zone con gli occhi di chi le vede tutti i giorni.

Oggi Dolomiti da sogno sta per pubblicare il suo primo libro sulle Dolomiti, con le migliori escursioni da fare in queste zone e con alcuni consigli su come vivere al meglio la montagna. 

È un libro realizzato in crowdfunding con la casa editrice Bookabook, che verrà pubblicato e consegnato alle librerie e reso disponibile su Amazon a partire da Gennaio 2022.

Eccetto questo periodo di pandemia, sicuramente le Dolomiti nelle ultime decadi sono diventate sempre più una meta ricercata dai turisti e amanti del trekking di tutto il mondo. Come avete vissuto questo cambiamento? Avete visto le vostre Dolomiti perdere un po della loro anima o l'impatto del turismo è stato ben assorbito?

Vero, negli ultimi anni le Dolomiti sono diventate una meta di turisti davvero da tutto il mondo, con alcune icone delle Dolomiti come le Tre Cime di Lavaredo, il Lago di Braies, di Sorapis, e molte altre zone che sono state prese d’assalto, e che a nostro avviso hanno fatto perdere il vero fascino della vita in montagna. 

Proprio per questo, nell’ultimo periodo, il nostro obiettivo più grande è stato quello di raccontare delle zone meno conosciute delle Dolomiti, in modo da convincere i turisti, che queste montagne hanno dei posti stupendi anche oltre ai luoghi più blasonati, e “disperdere” tutta la massa di turisti anche altrove.

Crediamo comunque sia sempre una questione di scelte. Abbiamo percorso dei sentieri durante la stagione estiva in cui non abbiamo incontrato più di 5/6 persone per tutta la durata dell’escursione, e torneremo a visitare luoghi come le Tre Cime o il Lago di Braies fuori stagione, quando non ci sarà troppa gente e sarà un piacere poter vivere la montagna come dovrebbe essere vissuta normalmente. 

Una nota di merito comunque va a tutti i titolari di attività per aver saputo gestire egregiamente il flusso di turisti da tutto il mondo, e per aver permesso di vivere a loro un’esperienza indimenticabile su questo territorio.

Parliamo della rubrica "Dolomiti a sei zampe", curata da Nicole: geniale! Com'è viaggiare e camminare per le Dolomiti con i nostri amici quadrupedi? Ci sono infrastrutture adeguate?

Assolutamente si! Esistono sempre più strutture e attività dedicate ai nostri amici a 4 zampe. Ormai i nostri amici a 4 zampe fanno parte sempre di più delle nostre vite, e della nostra quotidianità, ce li possiamo portare quasi dappertutto. 

Quello che ci teniamo a suggerire a chi sceglie di vivere la vacanza in montagna è prima di tutto di tenerli sempre a guinzaglio, e di non fare escursioni troppo impegnative, ricordandosi che i cani non hanno la stessa tenuta fisica di noi umani. 

Ci sono tante possibilità, un infinità di posti bellissimi da scoprire, e la nostra Nicole cercherà di farveli scoprire nel migliore dei modi.

Un tema che ci sta sempre a cuore è il rispetto dell'ambiente e come si comporta una determinata area riguardo l'inquinamento e la raccolta differenziata.
Le Dolomiti, nell'immaginario collettivo, sono un posto dall'aria pura e dai prati incontaminati.
Questa idea rispecchia la realtà oppure anche in quest'area la lotta all'inquinamento è problematica?

Si, quest’idea rispecchia la realtà, frutto di tante scelte e di rispetto per la natura portata avanti negli anni. Aree ecologiche in ogni paese in cui effettuare la raccolta differenziata, e la legge sempre valida del “portare i rifiuti a valle” aiutano a tenere il più possibile le aree delle Dolomiti pulite dai rifiuti. 

Purtroppo molti turisti, non conoscendo queste “leggi non scritte” e le buone regole della vita in montagna, lasciano rifiuti nei rifugi e non seguono la raccolta differenziata, ma uno dei nostri grandi obiettivi è anche quello di far capire ai nostri lettori quali sono le buone regole da seguire per rispettare la montagna e ringraziarla ogni giorno per lo spettacolo che ci regala. 

Solo se si continua a seguire qualche piccola regola e a rispettarla, riuscirà a continuare a regalarci degli scenari magnifici e unici al mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *