Di Foto e di Viaggi – Il mondo visto attraverso un obbiettivo

Federica ed Andrea ci regalano fantastici scatti in giro per il mondo, condividendo l'amore per il viaggio e la fotografia. è un meraviglioso album di ricordi ed emozioni.

UNISCITI ALLA COMUNITA'
DI VIAGGIATORI ECOLOGICI

DOPO QUALE VIAGGIO AVETE DECISO DI APRIRE UN BLOG?

Il grande passo lo abbiamo fatto a settembre 2018, appena tornati da Bali.

L’idea ci ronzava già da un bel po’ nella nostra mente, ma, un po’ per mancanza di tempo, un po’ per gli imprevisti all’ordine del giorno, tergiversavamo. Oggi invece abbiamo capito che le nostre paure erano dettate dal timore di non essere all’altezza.

Il nostro blog è nato da una motivazione molto pratica: la necessità di dare un ordine all’archivio fotografico di Andrea che stava raggiungendo dimensioni immani! E anche per dare un ordine alle informazioni che col tempo si accumulavano (e continuano ad accumularsi!) nella libreria di casa e nelle nostre menti. A un certo punto ci siamo detti: “Quante cose belle e interessanti impariamo dai nostri viaggi. Ma tra 10, 20 anni… ci ricorderemo il nome di quel tempio? Il significato di quel rito? L’itinerario che abbiamo seguito? E così via…”

Abbiamo quindi scelto di ‘cristallizzare’ i nostri ricordi.

difotoediviaggi.it è il bagaglio di immagini ed appunti con cui torniamo a casa.  Un archivio per noi: per rileggere e ricordare con malinconica nostalgia, ma al tempo stesso uno spunto per chi, in procinto di prepare la valigia, vuole farsi ispirare.

FOTOGRAFIA E VIAGGIO, UN BINOMIO IMPRESCINDIBILE?

La parte fotografica è esclusiva di Andrea. E qui la parola non può che passare a lui. E’ lui che scatta le foto ed è sempre lui che poi le inserisce nel blog.

Andrea definisce la fotografia una sorta di droga, non ne può fare a meno e per lui è impensabile partire per una qualsiasi località senza la sua attrezzatura: uno zaino di 18 kg pieno zeppo di macchine fotografiche ed obbiettivi, computer e hd. Nella scelta di una destinazione, il primo parametro che Andrea valuta è se la località designata può offrire spunti interessanti dal punto di vista fotografico. Preferisce foto panoramiche e paesaggistiche nonché ritratti di persone ma mai in posa, colte nella naturalezza gestuale della loro quotidianità. Insomma, i cosiddetti scatti “rubati”, quelle foto “psico-antropologiche” dalle quali Andrea ritiene traspaia l’anima delle persone e di un popolo, e che quindi possiedono un forte impatto emotivo.

Difotoediviaggi.it è fortemente incentrato sulla fotografia, abbiamo voluto dargli un’impronta emozionale. E ciò piace molto ai nostri follower. Quando siamo in viaggio aspettano trepidanti i reportage fotografici che postiamo ogni sera, gli articoli descrittivi invece, anche per una questione di tempo e di completezza delle informazioni, li elaboriamo con più calma una volta rientrati a casa, così da avere anche un quadro globale di tutte le esperienze vissute.

QUALE E' STATO IL LUOGO CHE PIU' VI HA RAPITO IL CUORE?

Domanda difficile.
Certamente la Namibia, un Paese che lascia sensazioni ed emozioni forti ed indelebili. Che ti abitua a spazi infiniti, natura selvaggia, silenzi struggenti e strade che sembrano senza fine. Ogni giorno, ogni istante, ti trovi di fronte a scenari surreali unici al mondo che liberano la mente e penetrano nell’anima, lasciandoti senza parole, senza fiato…

Ci teniamo però anche a citare la pace interiore che ti regala Bali, la bontà quasi ingenua del popolo cambogiano, le atmosfere da Mille e una Notte dell’Uzbekistan e la crudezza con cui ci siamo scontrati in India.
Insomma, non c’è una vera e propria “classifica” dei luoghi migliori.

Saremo banali a dire che ogni paese ha il suo fascino, ma in fondo… è proprio così.

COSA FAI PER RENDERE I TUOI VIAGGI PIU' ECOLOGICI?

Andrea, che non è un uomo di chiesa, ha però avuto un grande insegnamento da Don Angelo Scaglioni, un fantastico sacerdote che sapeva parlare a tutti: “Quando andate in un posto, lasciate il vostro grazie e nessun segno del vostro passaggio”.

Quindi, rispettiamo l’ambiente senza sporcarlo, cercando di mantenere inalterato il suo “ecosistema”.
Lo sappiamo che non inquinare è impossibile, soprattutto quando ci sono voli aerei, ma, nel limite del possibile camminiamo molto e, per gli spostamenti cerchiamo di utilizzare il perlopiù mezzi pubblici, anche per entrare meglio in contatto con le persone del luogo.

Treni, pullman e taxi collettivi regalano volti, sorrisi, sguardi e l’opportunità di fare due chiacchiere (a volte gesticolando senza spiaccicare una parola) che non fanno rimpiangere le comodità di tour organizzati e servizi privati.
E soprattutto, ci adattiamo agli usi e ai costumi dei popoli che incontriamo: questa noi la riteniamo “ecologia del viaggio”.

Il rispetto dei pensieri e delle persone che, per ovvie ragioni di storia, posizione, religione, sono diversi dai nostri, unito alla mancanza di pregiudizi, è fondamentale per cercare di capire un popolo, dalle credenze ai rituali, sino ad arrivare alla loro cucina tipica.
Questa è per noi “ecologia etica”.

Easy Travel Hosting ringrazia tantissimo Federica e Andrea per averci fatto viaggiare tramite il loro obbiettivo

Se volete informarvi maggiormente sui loro progetti, potete seguirli sul sito cliccando QUI

Ed anche sui social media!

Easy Travel Hosting è l’Hosting 100% ecologico creato su misura per viaggiatori da viaggiatori. Vuoi raccontarci la tua storia? Contattaci QUI.

Apri la chat
1
Hai bisogno di aiuto?
Ciao. Se hai bisogno di aiuto, ci sono!