Allemandich
Le avventure in camper di Chiara e Fabio

Chiara e Fabio sono compagni di vita e di lavoro. Travel Blogger camperisti, amanti della fotografia, parchi di divertimento e buon cibo. è il blog che racconta le loro avventure su quattro ruote.

UNISCITI ALLA COMUNITA'
DI VIAGGIATORI ECOLOGICI

ABBIAMO VISTO CHE SUL TUO SITO RACCONTI DI UN VIAGGIO CHE TI HA CAMBIATO LA VITA. IN CHE MODO TE L'HA CAMBIATA?

Beh, il nostro viaggio di nozze in camper in Irlanda ha di certo cambiato la nostra vita sotto tanti punti di vista.

E’ stato il primo viaggio come “famiglia” ufficialmente riconsciuta come tale, anche se le etichette lasciano pur sempre il tempo che trovano.
E’ stato il primo lungo viaggio con il nostro camper Merlino, compagno ancora oggi di mille avventure.
Ed è stato dopo questo tour dell’Irlanda, meta sognata per anni, che è nata l’idea di aprire un travel blog, prima “tanto per” e poi via via sempre più seriamente.

Insomma, si può dire che sia stato proprio il viaggio in Irlanda ad aver dato il “la” per l’inizio di questa nuova avventura che ci ha portati a rendere lavoro una passione. Aprendo il blog abbiamo conosciuto tantissime persone, fatto mille esperienze, partecipato a fiere come esperti del settore e iniziato a collaborare con tante, meravigliose realtà. E siamo certi che il meglio debba ancora venire…

Scorcio di Irlanda

FOTOGRAFIA E VIAGGIO, PER TE UN BINOMIO IMPRESCINDIBILE?

Assolutamente sì.

Siamo dell’idea che un luogo vada prima vissuto ed assaporato con gli occhi, la mente e il cuore per fissarlo permanentemente nella propria anima…Ma la fotografia è quel qualcosa che rende ancora più tangibile un ricordo, un momento, un’esperienza.

Fotografare vuol dire “disegnare con la luce”, e già il termine è poetico di per sé, vero?

E’ tecnica, ma anche libertà espressiva. Vuol dire applicare delle regole, ma anche sconvolgerle e riscriverne di nuove.

E’ come dare voce e forma ai propri pensieri, ed è quindi un mezzo comunicativo potentissimo. Al giorno d’oggi se non “vedo” qualcosa con i miei occhi, cha sia da esperienza diretta o attraverso fotografie o video, quel qualcosa è come se non esistesse. Non si riesce a crederci davvero, a dargli corpo.

Resta un “si dice che”.

E invece la realtà e il mondo hanno tantissimo da raccontare. Cose sia belle che brutte ovviamente, e non mostrarle quando possibile sarebbe uno stop alla conoscenza di chi in quel momento non è lì con noi.

Il nostro obiettivo è questo, parlando di fotografia: far conoscere ed emozionare.

Montagna della foresta nera

QUALE E' STATA L'ESPERIENZA PIU' ESTREMA CHE HAI VISSUTO IN VIAGGIO?

Dipende da cosa intendiamo con “estrema”.

Diciamo che ogni viaggio in camper è un’avventura: c’è sempre qualcosa che non va come programmato, e questi “incidenti di percorso” grandi o piccoli rappresentano una sfida stimolante e, a volte, anche snervante.

Però così impariamo ad affinare l’ingegno, a valutare tutta la rosa di possibili soluzioni che abbiamo di fronte a un problema e a reagire prontamente.

Cresciamo come persone e come coppia.

Di certo uno dei primi grandi inconvenienti lo abbiamo vissuto in Germania, quando si è guastato di colpo l’alternatore di Merlino lasciandoci a piedi in terra straniera.

Se parliamo di esperienze estreme dal punto di vista climatico, invece, una delle più toste è stata data dal forte vento irlandese e dalla pioggia incessante e violenta che ci ha accompagnati per gran parte del nostro viaggio di nozze (ha piovuto persino nel camper, allagandoci il letto!), mentre più di recente una bella nevicata ci ha sorpresi di notte senza una pala per liberarci la strada. Ce la siamo cavata usando un mestolo da minestra…

Di strade estreme, invece, ne abbiamo percorse tante. Ad esempio quella verso il Ponte nel Cielo, in Valtellina: un tripudio di tornanti ripidi e stretti, pareti con rocce appuntite e uno strapiombo dall’altro lato. Nessuna possibilità di tornare indietro se non raggiungendo prima la cima della montagna…e sì, lì ci siamo un po’ rovinati Merlino.

COSA FAI PER RENDERE I TUOI VIAGGI PIU' ECOLOGICI?

Il camper, inutile dirlo, non è un mezzo di trasporto ecologico. Però va anche detto che ti pone più a contatto con la natura di tante altre modalità di viaggio, già solo per il fatto che spesso ti trovi a pernottare in campeggio.

Chi non sa com’è la vita all’interno di un mezzo ricreazionale potrà non renderseno conto, ma un camperista di norma acquista un grandissimo numero di bottiglie d’acqua per esempio, causa problemi di sanificazione dei serbatoi. Ecco, noi abbiamo risolto utilizzando un ozonizzatore portatile, che igienizza il serbatoio e rende potabile e sanissima l’acqua che carichiamo. Niente più plastica quindi!

Non utilizziamo, se non in caso di assoluta emergenza, piatti e bicchieri di plastica ma solo in melamina; usiamo detergenti e cosmetici ecosostenibili e biologici; riduciamo lo spreco di acqua e produciamo energia utilizzando pannelli solari; appena possibile facciamo la spesa dai piccoli produttori e non nei supermercati; facciamo la raccolta differenziata.

Piccoli gesti forse…ma è pur sempre un inizio!

Easy Travel Hosting ringrazia tantissimo Chiara e Fabio per averci portato in giro sul loro camper!

Se volete informarvi maggiormente sul loro progetto, potete seguirli sul sito cliccando QUI

Ed anche sui social media!

Easy Travel Hosting è l’Hosting 100% ecologico creato su misura per viaggiatori da viaggiatori. Vuoi raccontarci la tua storia? Contattaci QUI.