30AnnoZero
Il nuovo inizio di Marianna e Antonio

Spesso la routine inghiotte i sogni, che vengono messi in un cassetto che non si apre mai. Ma questo non è il caso di Marianna e Antonio. è il loro blog, dove ci raccontano il loro viaggio attorno al mondo.

UNISCITI ALLA COMUNITA'
DI VIAGGIATORI ECOLOGICI

PARTIAMO DAL TITOLO DEL VOSTRO BLOG: 30 ANNO ZERO. CE LO POTETE SPIEGARE?

30annozero è stato il nostro anno zero, nel senso che abbiamo abbandonato quello che fin lì avevamo costruito (un lavoro che si rinnovava di anno in anno, una casa in affitto a Milano) e lo abbiamo dedicato a noi stessi, alle cose che erano chiuse in un cassetto. 

Ecco, forse 30annozero è l’apertura di un cassetto pieno di cose che volevamo fare, cose che abbiamo deciso di non rimandare e sognare ma di prendere il coraggio a quattro mani (due mie e due di Antonio) e andare. Siamo tornati a Napoli e abbiamo organizzato il giro del mondo, fatto i conti con il budget e le tappe, gli amici che potevano ospitarci e i luoghi che non volevamo perdere, abbracciato gli imprevisti e cambiato prospettiva.

AVETE FATTO UNO STUPENDO VIAGGIO ATTORNO AL MONDO, PARLATECENE!

Il viaggio vero e proprio, quando cioè l’aereo si è staccato dalla pista è stato a giugno ma il nostro viaggio è iniziato molto prima. Quando ce lo siamo immaginati, quando abbiamo fatto una bellissima chiacchierata con Matteo Pennacchi di Around The World Tours e scelto le destinazioni che ci avrebbero portato a completare il giro del mondo con 52mila chilometri percorsi in 3 mesi, quando abbiamo pesato le nostre valigie e la bilancia segnava 13 chilogrammi e c’era tutto il necessario con ben poco superfluo, quando gli amici hanno incominciato a chiederci “ci portate con voi?” e ad organizzare feste di saluto. 

Ma oltre le paia di scarpe consumate e le lavatrici fatte in giro, adattandosi e vivendo ciascun momento come quello che è, unico, il viaggio è continuato e continua ancora oggi nel nostro approccio alla vita. Quello di pensare poco alla meta ma di godersi il viaggio, appunto. 
La nostra prima tappa è stata Barcellona, una città vivace dove vive un caro amico con cui abbiamo vissuto le piazze, le spiagge, i vicoletti dei catalani. Da lì in autobus viaggiando di notte abbiamo raggiunto quella perla basca che è Donostia-San Sebastián, dove siamo stati con una coppia di amici che in quel momento aspettava una bimba e scelto insieme come si sarebbe chiamata. 

Abbiamo poi raggiunto Bilbao e viaggiato verso Londra, nella tappa più affollata del viaggio. A Londra eravamo in 8, con 4 provenienze diverse, amici nostri che fra loro non si conoscevano. Da lì è partito ufficialmente l’Around World Ticket e sul nostro biglietto aereo c’era scritto “World Traveller”. Il primo dei viaggi intercontinentali del nostro 30annozero ci ha portati a Orlando precisi per il 4 luglio, le gru canadesi, i fuochi d’artificio e passare il tempo con i miei zii sono cose che mi ricorderò sempre. Era tempo di attraversare l’America e arrivare alla tappa che fra le tante aveva più messo d’accordo me e Antonio: San Francisco. La città più sorprendente. Qui siamo stati ospiti dei nostri nuovi amici Julie, Dan e Zev, occupando il loro divano grazie al couchsurfing. Con loro mi ricordo la passeggiata in spiaggia sotto i deltaplani che riportavano “If you can read this, move!”. 
 
A San Francisco, sul Golden Gate Bridge, Antonio mi ha chiesto di sposarlo. E dopo questa richiesta (ho detto di sì, per la cronaca) abbiamo affrontato il volo fra i più lunghi del globo terrestre: Los Angeles-Melbourne, 17 ore e mezzo. Eravamo stati in posti caldi, con la primavera o l’estate, a Melbourne era inverno e noi avevamo sempre e solo tredici chili di bagaglio. Da Melbourne ci siamo sposati a Sydney di cui ricordo la perfezione dei giardini e il profumo di eucalipto delle Blue Mountains. Dall’Australia siamo approdati alla Thailandia, a Bangkok dove abbiamo visitato i templi con un’amica del posto. Da qui siamo ritornati a Londra, mi ricordo che c’era una super luna a salutare la fine del nostro viaggio. 

HO VISTO CHE CONCEPITE IL VIAGGIO COME UN'ARRICCHIMENTO PERSONALE.COSA E' CAMBIATO NELLE VOSTRE VITE DA QUANDO AVETE INIZIATO A VIAGGIARE?

Esattamente. Il nostro sguardo è cambiato, rispetto alla meta, agli imprevisti, alla soluzione dei problemi, alla quantità di amici che abbiamo in tutto il mondo e al fatto che cerchiamo di stare in contatto con loro utilizzando anche i mezzi come whatsapp o instagram. 
 

COSA FATE PER RENDERE I VOSTRI VIAGGI PIU' ECOLOGICI?

Dopo questo grande viaggio oggi i nostri viaggi sono a breve e brevissimo raggio anche perché a giugno è arrivata la nostra Benedetta. Ci stiamo dedicando a scoprire e riscoprire la Campania, la Puglia, la Basilicata e l’Italia in generale a passi piccolissimi. Non acquistiamo souvenir, preferiamo i mercati locali, bagaglio ridotto al minimo e sprechi eliminati il più possibile. 

Easy Travel Hosting ringrazia tantissimo Marianna e Antonio per averci portato in giro per il mondo con loro.

Se volete informarvi maggiormente sul loro progetto, potete seguirli sul suo sito cliccando QUI

Ed anche sui social media!

Easy Travel Hosting è l’Hosting 100% ecologico creato su misura per viaggiatori da viaggiatori. Vuoi raccontarci la tua storia? Contattaci QUI.

Apri la chat
1
Hai bisogno di aiuto?
Ciao. Se hai bisogno di aiuto, ci sono!